Tematiche: "Musica Sacra"

        Carlos Piñana        
      "Messa Flamenca" Carlos Piñana Curro Piñana      
    "Sacro Sud" "Messa Flamenca"   Curro Piñana Emil Zrihan    
  Poemi di Ibn Arabi "Sacro Sud" Emil Zrihan Enzo Avitabile  
Poemi di Ibn Arabi     Enzo Avitabile Hamed Dawood
      Karima Skalli Hamed Dawood
          Orchestra Arabo di Fez Karima Skalli  
        Sajid Khan Orchestra Arabo di Fez    
        Sajid Khan      
                 

 

       La Musica nasce con l’essere umano ed era presente (secondo alcuni autori) molto prima della sua espansione nel Pianeta, 50.000 anni fa; per "Musica Sacra"cui, la Musica è una manifestazione Culturale Universale.

      Il legame della Musica con la Religione è antico e universale. La Religione e la Musica hanno molte analogie naturali; entrambe esprimono la percezione che ha l’Uomo del significato spirituale dell’Universo ed entrambe sono manifestazioni della vita spirituale dell’Essere Umano. La Religione è l’attività primaria e più necessaria dello spirito umano e la Musica è la sua espressione più completa. La “Musica Sacra” è quella capace di connettere l’individuo con Dio, unendoli con la sua essenza. La “Musica Religiosa”, in cambio, pretende unire a differenti individui di una Comunità nel Culto o nelle lodi divine.

       La “Musica Sacra” fu uno dei primi stili di Musica e, come indica il suo nome, è la Musica offerta a Dio nelle distinte Religioni. La “Musica Sacra” è fondamentale, durante un atto religioso, per molte Religioni (si cantano inni, salmi, e canzoni spirituali dedicate a Dio).

       Il termine “Musica Sacra” viene da (“Sacrare” o “consacrata”) che a sua volta deriva da “Sacratus” (“sacro”) però, secondo la connotazione e origine Occidentale, il suo uso primordiale avviene con il cristianismo. Per tanto, anche se per estensione si può applicare alle distinte manifestazioni musico-religiose di altri popoli (siano essi di origine indiana, araba, ebrea, o orientale), nel pensiero occidentale si suole utilizzare il termine di “Musica Sacra” per designare la Musica Cristiana.

 

In Giuliana Cesarini Pro Art contiamo con i seguenti Artisti del Mondo della “Musica Sacra”:

 

Carlos Piñana

Carlos Piñana: Riconosciuto e premiato interprete di Chitarra Flamenca che vanta vari Dischi editati. Nell’anno 2007 presentò (insieme al fratello Curro Piñana) il Progetto: “Messa Flamenca” (progetto concepito come un Concerto Sacro).

Curro Piñana

Curro Piñana: Grande studioso del Flamenco, è un grande “Cantaor” specializzato in “Canti della Mina”  e “Saette”. Adattò al Canto Flamenco poemi del mistico sufi Ibn Arabi. Nell’anno 2007 presentò (insieme al fratello Carlos Piñana) il Progetto: “Messa Flamenca” (progetto concepito come un Concerto Sacro).

Enzo Avitabile

Enzo Avitabile: Grande Sassofonista, Compositore e Cantante napoletano; nominato nel 2004 dalla BBC rivelazione dell’anno nella Musica europea. Nell’anno 2006 presentò il Progetto: “Sacro Sud”, un Concerto che offre una versione attuale e urbana della “Musica Sacra”.

Karima Skalli

Karima Skalli: Straordinaria Cantante marocchina di gran talento e bella voce che interpreta canzoni classiche arabe. In vari Concerti ha presentato un repertorio de “Musica Sufi”, composto specialmente per lei da Said Chraibi.

Orchestra Arabo Andalusa di Fez

“Orchestra Arabo Andalusa di Fez”: É una delle Orchestre più antiche e importanti del Marrocco, diretta dal Musicista e Violinista Mohammed Briouel. Con la loro musica, hanno partecipato in varie edizioni del “Festival di Fez delle Musiche Sacre del Mondo”.

Sajid Khan

Sajid Khan: Musicista e Cantante procedente dall’India che perpetua la tradizione “Qawwali” (Arte relazionato con la devozione e il fervore religioso che combina la Musica Religiosa con l’Umanismo Culturale Spirituale). Con il suo Gruppo Musicale “Sajid Ahmed Khan Qawwali Ensemble” ci offre un ampio repertorio di Poesia Mistica Sufi Islamica.

 

E con i seguenti Progetti de "Musica Sacra":

 

"Messa Flamenca"

“Messa Flamenca”: Progetto di due grandi Artisti (i fratelli Carlos e Curro Piñana), concepito come un Concerto Sacro e materializzato in un Album Musicale dell’anno 2007 con lo stesso nome.

"Sacro Sud"

“Sacro Sud”: Progetto dell’anno 2006 realizzato dal grande Compositore e Cantante napoletano Enzo Avitabile, che è stato registrato in un Album Musicale dallo stesso nome. Si tratta di un Concerto che offre una versione attuale e urbana della “Musica Sacra”.

Poemi di Ibn Arabi

“Poemi di Ibn Arabi”: Progetto del grande “Cantaor” Curro Piñana nel quale ha adattato poemi del gran Mistico Sufi, Filosofo, e Poeta, Ibn Arabi, al Canto Flamenco. Accompagnato da suo fratello Carlos Piñana alla Chitarra. Con parte di questo lavoro è stato pubblicato un Album Musicale dal titolo: “Dell’Umano e del Divino”.

 

Breve rassegna sulla “Musica Sacra”:

      Nell’antico Egitto, la musica era l’ambito di avanzate conoscenze che erano riservate solo ai Sacerdoti. Fu con i greci quando la Musica fu strettamente collegata alla Filosofia; Pitagora considerò la Musica come “Una medicina per l’Anima”, e Aristoteles l’utilizzò per raggiungere la catarsi emozionale. Con l’Editto di Milano (nell’anno 325 d.C.), l’Imperatore Constatino deliberò in Roma libertà di Culto ai cristiani e questa libertà permise loro lodare Dio attraverso dei Cantici.

       In Occidente, la “Musica Sacra” corrisponde alla forma d’espressione musicale nata in Europa nell’Alta Medioevo (V Secolo d.C.) sviluppata come parte dei riti cristiani dell’epoca e che serviva da veicolo al Canto Liturgico; più che un genere musicale era una forma di evangelizzazione attraverso la quale si raccontava un passaggio biblico o si distaccavano virtù e valori cristiani.

 Manoscritto con il testo di un Canto Gregoriano.      Tra i Secoli IX e X nacque il “Canto Gregoriano”, una derivazione della “Musica Carolingia” (la quale proviene da una combinazione tra il Canto Romano e il Canto Galiziano) la quale, con l’aiuto dell’imperatore Carlo Magno, si estese per tutta l’Europa. L’origine di questo nome sembra che si debba al Papa San Gregorio Magno al quale è attribuita la ricompilazione di questo tipo di musica. Il “Canto Gregoriano” è un tipo di Canto a cappella: semplice, monodico, senza salti, e con la musica soggetta al texto (il quale da significato), cantato solo da uomini, senza ornamenti strumentali, con il testo scritto in latino colto e utilizzato nella Liturgia della Chiesa Cattolica Romana per accompagnare nell’Eucaristia e altri Sacramenti. I testi cantati s’incontrano nella Bibbia scritti in latino, anche se ci sono alcuni testi in greco (come il “Kyrie eleison” o l’“Hagios Theos”).

       Le “Saette” sono canzoni tradizionali che si cantano durante la Settimana Santa (specialmente in Andalusia). Questo canto, che ha le sue origini tra i Secoli XVI e XVII, nacque come preghiera in voce alta diretta alla Vergine Maria o a Gesù chiedendo aiuto, o una grazia. Il testo delle “Saette” ha sempre un significato religioso che allude ad avvenimenti o ai protagonisti della Passione; si canta in onore alle immagini dei “Passi” che sfilano per le strade durante la Settimana Santa.

       La forma più recente di “Musica Sacra”, tra i differenti membri delle varie denominazioni cristiane, è la “Musica Cristiana Moderna”. All’interno di quest’ultima denominazione distacca la “Musica Gospel” (Musica spirituale o Musica evangelica) la quale nacque nelle chiese afroamericane del XVIII Secolo e che divenne popolare durante la decada del 1930; la parola originale “GodSpell” si traduce come: “Dio annuncia” e i testi della “Musica Gospel” solitamente riflettono sui valori della vita cristiana.

Gruppo di “Musica Sufi”       La “Musica Sufi” è la Musica devozionale dei Sufi inspirata nelle Opere dei Poeti Sufi (Shah Bulleh, Khwaja Ghulam Farid, o dei persiani Rumi e Hafiz). Il Sufismo e i suoi fedeli sono aggruppati in distinte confraternite (“Tariqa”) che perseguono la purificazione dell’alma umana, la consecuzione del Conoscimento Divino, e la realizzazione della Realità Divina, attraverso gli insegnamenti spirituali che offre la Rivelazione (il Corano o la Sunna, principalmente). Il Sufismo si associa normalmente con l‘Islam del Medio Oriente, pero in Marocco o nel Maghreb il ramo mistico dell’Islam ha un’importanza considerevole. La “Musica Sufi” si basa in ritmi realizzati con i battiti delle mani e altri strumenti musicali di percussione come il “Bendir”, la “Tarija”, o il “Tabal”. Spesso s’interpretano canzoni d’amore Sufi usando la forma poetica del “Ghazal” e del “Kafi”, queste due forme sono interpretate da un cantante solista, accompagnato dalle percussioni e dell’ harmonium su testi di Poeti Sufi.              

 

                                                                                                                                    © GIULIANA CESARINI PRO ART  /  RISERVATI TUTTI I DIRITTI